Crea sito

Beni confiscati, una catena umana alla Borghesiana

Giovedì 7 marzo ore 11 le realtà sociali e sindacali della Rete dei Numeri Pari – Rete NoBavaglio circondano bene confiscato dei Casamonica

In occasione dell’anniversario dell’approvazione della legge 109/96 – avvenuta grazie alla spinta di un milione di firme raccolte da Libera nel 1996 – che consente da più di vent’anni di utilizzare socialmente i beni confiscati alle mafie, le realtà sociali della Rete dei Numeri Pari circonderanno il bene confiscato nel 2016 al clan dei Casamonica L’azione sarà un gesto simbolico di riappropriazione di un bene confiscato che, per sua natura, rappresenta un simbolo di riscatto, culturale economico e sociale di valore inestimabile, sicuramente superiore a quello materiale.

A Roma ci sono più di 600 beni confiscati, oltre 1000 quelli posti sotto sequestro dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Roma, numeri che restituiscono la misura di quanto la città sia terreno fertile per gli affari dei diversi clan mafiosi. Durante la conferenza dei servizi convocata dall’ANBSC lo scorso 29 novembre, il Comune di Roma ha manifestato interesse ad acquisire nel proprio patrimonio 71 nuovi beni ma a oggi nessuna informazione su quali siano e su come si vogliano utilizzare è stata condivisa e diffusa, nonostante la voglia di partecipare di tante associazioni e cittadini. Il riutilizzo sociale, restituisce alle comunità quei beni, ne cambia connotazione, li rende luoghi di partecipazione ed inclusione sociale. Beni in cui si generano servizi, progetti, aggregazione, comunità, con la collaborazione di istituzioni, cittadini, associazioni e proprio per queste ragioni è urgente scongiurarne l’assegnazione a privati o la vendita.

A 8 mesi dall’approvazione del regolamento di Roma Capitale sulla gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie – e con due mesi di ritardo rispetto ai tempi stabiliti dallo stesso – non è ancora stato attivato il Forum: strumento importante e necessario al fine di creare meccanismi partecipativi efficaci; un luogo in cui poter creare delle sinergie, raccogliere esperienze e proposte in collaborazione con l’amministrazione.

Nella prima città di mafie in Italia è importante ricordare che la forza delle mafie sta fuori dalle mafie nelle culture e nei comportamenti complici e funzionali, nella zona grigia, nelle convergenze e nelle alleanze, nel familismo amorale, nel relativismo e nell’insofferenza per la democrazia; nella deresponsabilizzazione degli individui; nella povertà e nelle disuguaglianze. Pio La Torre e Peppino Impastato ci ricordavano che la precondizione per sconfiggere le mafie sta nella giustizia sociale e per questo c’è bisogno di un pensiero lungo in questa città e non di slogan. Proprio per questo ci ritroveremo giovedì 7 marzo alle ore 11 in via Borghesiana n°287 per chiedere a gran voce l’attivazione del Forum in tempi brevissimi e la pubblicazione dei dati relativi ai 71 beni acquisiti dal Comune per iniziare a progettare insieme percorsi che valorizzino i beni e le comunità.

Rete dei Numeri Pari

A buon diritto – Action – Andrea Tudisco ONLUS – Arci Roma – Ass. Che Guevara Onlus – Ass. Cult. “Laura Lombardo Radice” – Be Free -Bin Italia – Camera del lavoro – Casa Internazionale delle Donne – Casal Boccone – CDQ Romanina – CGIL – Cinecittà Benecomune – Circolo Arci Sparwasser – Cittadinanza e minoranze – Colibrì – Coop. Soc. Eureka I – Coop. Soc. Il Pungiglione – Coop. Soc. ISKRA – Coop. Soc. La Caciarella – Coop. Soc. Prassi e Ricerca – Coop. Sociale Il Cigno a.r.l. – Coop. SS Pietro e Paolo – Coord. Democrazia Costituzionale – Coord. docenti contro mafie e disuguaglianze – Da Sud – Emmaus Roma – Europe Consulting Onlus – Ex Lavanderia – Fare rete ONLUS – FIO.P.S.D – FIOM – Fondazione Falcone – Forum Naz. Agricoltura Soc. – I.C. Via dei Sesami – Il Salto – ISICULT – Keccevò – La Frangia – Legacoopsociali – Libera “Francesco Borrelli” IV Mun – Libera “Francesco Vecchio” III Mun – Libera “Rita Atria” VII Mun – Libera “Roberto Antiochia” II Mun – Libera IX Mun – Link – Lunga marcia delle terre mutate – Made in Jail – Movimenti per il diritto all’abitare – Nonna Roma – Parrocchia San Giustino – Part civile – Rete della conoscenza – Rete NoBavaglio – Romaccoglie – SCuP Sport e Cultura Popolare – Slotmob – SocialPride – Spintime Lab – UIL – Unione Inquilini

#PRESSing

#PRESSing

#PRESSing #nobavaglio Giornalisti in rete, stampalibera, newmedia, diritti La rete di giornalisti, freelance, operatori dell'informazione, foto-video reporter, mediattivisti, blogger... uniti per cambiare

Leggi articolo precedente:
Gazzetta del Mezzogiorno in sciopero a oltranza / Dalla Rete Nobavaglio la solidarietà ai giornalisti e ai dipendenti

Gazzetta del Mezzogiorno in sciopero a oltranza / La solidarietà della Rete Nobavaglio ai giornalisti e dipendenti della Gazzetta. #RNB

Chiudi