Crea sito

#NOBAVAGLIO – LUTTO PER LA MORTE DI STEFANO RODOTA’ – Lunedì mattina, alla Sapienza, il nostro saluto

RETE #NOBAVAGLIO PRESSing – LUTTO PER LA MORTE DI STEFANO RODOTA’

Lunedì mattina, alla Sapienza, il nostro saluto al garante instancabile dei diritti e della libertà

 

🚩Tutte le nostre pagine e gruppi da ieri sono a lutto per la morte di Stefano Rodotà. Per noi è stato un padre che ha tenuto a battesimo il 4 novembre 2015 il nostro movimento e un faro che ha illuminato i nostri primi passi e azioni in difesa dei diritti e della libertà …
Ci mancherai…
🎈

https://www.facebook.com/NOBAVAGLIO/?fref=ts

 

IL MANIFESTO

🗣 RETE #NOBAVAGLIO #PRESSing – Liberi di essere informati😷
Giornalisti in rete, stampalibera, newmedia, diritti – La rete delle giornaliste e dei giornalisti, freelance, operatori dell’informazione, uffici stampa, video/foto reporter, blogger, attivisti per i diritti e per le battaglie civili…uniti per cambiare

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO

#NOBAVAGLIO #PRESSing – LIBERI DI ESSERE INFORMATI nasce nel 2015 dall’appello scritto insieme a Stefano Rodotà a difesa della libertà dell’informazione

e condiviso da Fnsi, Odg e da centinaia di giornalisti, intellettuali, giuristi, personaggi dello spettacolo e associazioni. Siamo una rete di giornalisti, cittadini, artisti, avvocati, medici e attivisti del volontariato sociale, impegnati nel creare una rete tra operatori dell’informazione e associazioni che lottano per un giornalismo indipendente e la difesa dei diritti umani. Ci riconosciamo nei valori della solidarieta’, del volontariato, della tolleranza e della democrazia, nata dalla Resistenza, contro il fascismo e ogni forma di dittatura, di razzismo, di sessismo e di omofobia. Non siamo nè una corrente sindacale nè una formazione politica ma vogliamo fare rete tra soggetti sindacali e politici differenti per creare dibattito e partecipazione. L’area di #NOBAVAGLIO che si occupa specificamente delle tematiche legate alla categoria dei giornalsiti è #PRESSing giornalisti in rete (stampalibera, newmedia, diritti) ragruppa giornalisti, freelance, operatori dell’informazione, uffici stampa, video/foto reporter, blogger. Fare “PRESSing” vuol dire agire in difesa dell’autonomia dell’informazione e sostenere battaglie civili.

Siamo decisi a non rassegnarci all’indifferenza ma crediamo nella partecipazione attiva.
LA NOSTRA IDEA DI GIORNALISMO…
“Ho fatto questo mio mestiere proprio come una missione religiosa, se vuoi, non cedendo a trappole facili. La più facile, te ne volevo parlare da tempo, è il Potere. Perché il potere corrompe, il potere ti fagocita, il potere ti tira dentro di sé! Capisci? Se ti metti accanto a un candidato alla presidenza in una campagna elettorale, se vai a cena con lui e parli con lui diventi un suo scagnozzo, no? Un suo operatore. Non mi è mai piaciuto. Il mio istinto è sempre stato di starne lontano. Proprio starne lontano, mentre oggi vedo tanti giovani che godono, che fioriscono all’idea di essere vicini al Potere, di dare del “tu” al Potere, di andarci a letto col Potere, di andarci a cena col Potere, per trarne lustro, gloria, informazioni magari. Io questo non lo ho mai fatto. Lo puoi chiamare anche una forma di moralità. Ho sempre avuto questo senso di orgoglio che io al potere gli stavo di faccia, lo guardavo, e lo mandavo a fanculo. Aprivo la porta, ci mettevo il piede, entravo dentro, ma quando ero nella sua stanza, invece di compiacerlo controllavo che cosa non andava, facevo le domande. Questo è il giornalismo”. Tiziano Terzani

NOI SIAMO QUELLI CHE…

lottano per i diritti contro ingiustizie sociali e leggi bavaglio; guardano oltre la crisi e si oppongono al ricatto del precariato; rivendicano dignità di reddito; sono ostinati nel cercare la verità dei fatti e nel cercare di rappresentarli nel rispetto delle persone; pensano che quando si chiude un giornale, una emittente o un sito web si spenga uno spazio importante di democrazia

La RETE #NOBAVAGLIO #PRESSing è per tutti noi che crediamo che più informazione sia garanzia di libertà, giustizia e democrazia

Rodotà: Boldrini, ha allargato l’area delle libertà = (AGI) – Roma, 24 giu. – “I diritti come bussola della politica.
Stefano Rodotà è stato uno straordinario giurista che ha saputo allargare l’area delle libertà vecchie e nuove”: così in un post su Facebook la presidente della Camera, Laura Boldrini, ricorda Stefano Rodotà. “Negli anni Settanta, nell’Italia che ancora doveva fare conquiste di laicità – sottolinea – negli anni Novanta, quando si cominciava a scoprire il significato del diritto alla riservatezza. E oggi, nell’età digitale, quando Stefano Rodotà ci ha aiutato a capire che in rete l’assenza delle regole non vuol dire libertà ma predominio del più forte”, ha aggiunto Boldrini. “Per questo”, ha spiegato, “avevo voluto che fosse lui – studioso del web di prestigio mondiale – a coordinare il lavoro della Commissione per i diritti e i doveri in Internet istituita in questa legislatura a Montecitorio.
Aveva assolto all’incarico con lo stesso competente entusiasmo che lo spingeva ancora ad incontrare e ad affascinare tanti giovani, in giro per il paese. Sarà molto difficile – conclude Boldrini – fare a meno della sua cultura e della sua passione civile”. (AGI) Sim
240831 GIU 17
RODOTA’: IL DOLORE DELL’ARCI, AL NOSTRO FIANCO IN TANTE BATTAGLIE CIVILI = Il giurista è scomparso ieri a 84 anni

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Con la morte di Stefano Rodotà perdiamo uno dei più importanti studiosi e interpreti del pensiero giuridico italiano ed europeo. Protagonista non solo della cultura giuridica ma anche della vita politica italiana”. Lo sottolinea l’Arci all’indomani della scomparsa del giurista delle battaglie sui diritti civili.
“Grande intellettuale e militante appassionato, lo abbiamo avuto al nostro fianco in tante battaglie democratiche e civili”, ricorda l’associazione.

“Uomo mite e gentile, come sanno essere solo coloro dotati di grande umanità unita a una profonda cultura. Anche per questo era bello starlo ad ascoltare. Ci ha fatto comprendere che cos’è e perché il diritto è importante nella vita di ciascuno di noi. Ha difeso con passione e acuta intelligenza le istituzioni democratiche e la nostra Costituzione, valorizzando e promuovendo le iniziative della società civile volte a sviluppare la democrazia. Caro Stefano, porteremo sempre con noi il tuo ricordo e i tuoi insegnamenti”, conclude l’Arci nella nota.

(Sin/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 08:37
Rodotà: Bonino “era un laico coerente, non a giorni alterni” = (AGI) – Roma, 24 giu. – Stefano Rodotà “era un laico coerente, non di quelli a giorni alterni. Mancherà per la sua laicità, per le sue battaglie ma soprattutto per la sua coerenza”: così Emma Bonino, leader radicale, ex ministro degli Esteri, ricorda il giurista scomparso all’età di 84 anni, con il quale ha avuto un dialogo mai interrotto. Rodotà affidò a lei nel 2012 il compito di parlare delle battaglie civili che hanno reso più moderna l’Italia al Festival del diritto di Piacenza, che aveva ideato.
“Con Rodotà la famiglia radicale ha avuto momenti di grandi sintonie e anche di grandi distanze”, ha ricordato Bonino, “però la questione della laicità e dei diritti ci hanno visto insieme in molte iniziative forse con una accentuazione maggiore, almeno da parte mia, del tema dei doveri che sono inestricabilmente legati alla questione dei diritti”. “E di Stefano voglio sottolineare la coerenza. Perchè è raro un punto di vista laico e coerente”, ha aggiunto, “a volte ci sono comportamenti-spot, laici qualche volta e meno laici altre. E’ difficile, appunto, una posizione laica coerente, costa fatica nella vita politica o personale che sia”. (AGI) Sar
240840 GIU 17
RODOTA’: CAMERA ARDENTE OGGI E DOMANI A MONTECITORIO =

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – La camera ardente di Stefano Rodotà verrà aperta oggi alle 16 nella sala Aldo Moro di Montecitorio. La camera ardente resterà aperta anche domani, dalle 10 alle 19.

(Pol/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 08:45

ZCZC
VEL0016 3 POL /R01 /ITA
Rodota’, Di Giorgi: Costituzione, diritti e liberta’ sue parole d’ordine Rodota’, Di Giorgi: Costituzione, diritti e liberta’ sue parole d’ordine (ilVelino/AGV NEWS) Roma, 24 GIU – “Ha dedicato la vita ai diritti e alla loro declinazione istituzionale e civile. Un uomo dello Stato e dalla parte dei cittadini, un esempio di intelligenza arguta e instancabile al servizio della cosa pubblica, per mantenere vivo il patrimonio regalatoci dalla Carta Costituzionale e per attuarlo in ogni suo cardine. Diritti, Costituzione e liberta’ i parametri che hanno sempre scandito le sue battaglie politiche e civili”, sono le parole della vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi che esprime profondo rammarico per la scomparsa di Stefano Rodota’. (red/ala) 084924 GIU 17 NNNN


ADDIO A STEFANO RODOTA’, UNA VITA PER I DIRITTI CIVILI E’ STATO GIURISTA, PARLAMENTARE, LEADER DELLA SINISTRA E’ morto Stefano Rodotà, aveva 84 anni. Era nato a Cosenza nel 1933, è stato giurista, parlamentare, leader della sinistra ma sempre indipendente, anche quando nel ’79 si è candidato nelle liste del Pci di Berlinguer o, dopo la ‘svoltà, ha aderito ai Pds di Occhetto. Sempre ‘scomodo’, si dimise nel 1993 da vicepresidente della Camera. Dal 1997 al 2005 è stato Garante della Privacy seguendo l’ispirazione della sua vita, la difesa dei diritti della persona. Nel 2013 il M5s lo candidò alla presidenza della Repubblica al posto di Napolitano.
—.
L’I
RAI: RAI CULTURA RICORDA STEFANO RODOTA’ = ‘Testimoni del tempo’: “Lezioni sui diritti”

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Tutti gli uomini nascono liberi ed eguali in diritti. C’è subito questa associazione tra libertà, eguaglianza e diritti. Senza diritti non si può essere liberi, senza diritti eguali la libertà non c’è”: parole del giurista Stefano Rodotà, scomparso venerdì, che Rai Cultura ricorda riproponendo le sue “Lezioni sui diritti” in onda tutti i giorni fino a domani alle 14.30 su Rai Storia.

Realizzate per il ciclo dei “Testimoni del tempo” nel 2013, le lezioni si incentrano su cinque aspetti: la rivoluzione della dignità, con le conquiste legate ai diritti e alla parità tra persone; la salute, il “più fondamentale dei diritti” con i delicati aspetti legati alla scelta di cura e tutela della salute; la genetica e i diritti; la persona e i suoi diritti, con la storia e i percorsi affidati alle moderne Costituzioni; e infine il diritto e il mondo digitale dedicato alle nuove frontiere nel delicato rapporto tra uomo e tecnologie.

(AR/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 09:22
RodotÀ. Boldrini: diritti come bussola della politica/ foto
(Dire) roma, 24 giu. – “I diritti come bussola della politica.
Stefano rodotà è stato uno straordinario giurista che ha saputo allargare l’area delle libertà vecchie e nuove”. Così la presidente della camera, laura boldrini, su facebook.
“Negli anni settanta, nell’italia che ancora doveva fare conquiste di laicità. Negli anni novanta, quando si cominciava a scoprire il significato del diritto alla riservatezza. E oggi, nell’età digitale, quando stefano rodotà ci ha aiutato a capire che in rete l’assenza delle regole non vuol dire libertà, ma predominio del più forte”, continua.
“Per questo avevo voluto che fosse lui – studioso del web di prestigio mondiale – a coordinare il lavoro della commissione per i diritti e i doveri in internet istituita in questa legislatura a montecitorio. Aveva assolto all’incarico con lo stesso competente entusiasmo che lo spingeva ancora ad incontrare e ad affascinare tanti giovani, in giro per il paese.
Sarà molto difficile fare a meno della sua cultura e della sua passione civile”, conclude.
(Lum/ dire)
09:33 24-06-17
RAI: RAI CULTURA RICORDA STEFANO RODOTA’ (2) =

(AdnKronos) – Un viaggio di alto valore etico e civile attraverso un patrimonio che, prima ancora di essere tutelato dalle norme, affonda le sue radici nella storia della modernità, dalla Costituzione degli Stati Uniti d’America alla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino del 1789 fino alla breve ma intensa esperienza costituzionale della Repubblica Romana nel 1849. “La rivoluzione dei diritti è una rivoluzione che libera la persona. – ricordava Stefano Rodotà – La libera in primo luogo dai poteri esterni che vogliono guidarne la vita, che vogliono condizionarne le scelte”.

Il ciclo di lezioni si ispira al saggio “Il diritto di avere diritti” pubblicato nel 2012.

(AR/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 09:35
OGGI IN ITALIA – POLITICA: DALLE 16 A MONTECITORIO CAMERA ARDENTE RODOTA’ =

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – La camera ardente di Stefano Rodotà verrà aperta oggi alle 16 nella sala Aldo Moro di Montecitorio. La camera ardente resterà aperta anche domani, dalle 10 alle 19.

Attesa per i provvedimenti del governo sulla Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, sulle quali ieri è calato il verdetto di ‘fallimento o probabile fallimento’ pronunciato dalla Bce. Ieri sera il Mef ha precisato in una nota che “il governo si riunirà nel fine settimana per adottare le misure necessarie a assicurare la piena operatività bancaria”. Il cdm dovrebbe essere convocato per questa mattina a palazzo Chigi.

(Red/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 09:44
RODOTA’: RAI CULTURA RIPROPONE LE SUE ‘LEZIONI SUI DIRITTI’ =

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Tutti gli uomini nascono liberi ed eguali in diritti. C’è subito questa associazione tra libertà, eguaglianza e diritti. Senza diritti non si può essere liberi, senza diritti eguali la libertà non c’è”. Parole del giurista Stefano Rodotà, scomparso venerdì, che Rai Cultura ricorda riproponendo le sue ‘Lezioni sui diritti’ in onda tutti i giorni fino a mercoledì 28 giugno, alle 14,30 su Rai Storia.

Realizzate per la serie dei ‘Testimoni del tempo’ nel 2013, le lezioni si incentrano su cinque aspetti: la rivoluzione della dignità, con le conquiste legate ai diritti e alla parità tra persone; la salute, il “più fondamentale dei diritti” con i delicati aspetti legati alla scelta di cura e tutela della salute; la genetica e i diritti; la persona e i suoi diritti, con la storia e i percorsi affidati alle moderne Costituzioni; e infine il diritto e il mondo digitale dedicato alle nuove frontiere nel delicato rapporto tra uomo e tecnologie.

(segue)

(Clt/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 09:44
RODOTA’: RAI CULTURA RIPROPONE LE SUE ‘LEZIONI SUI DIRITTI’ (2) =

(AdnKronos) – Un viaggio di alto valore etico e civile, quello offerto allo spettatore dalle lezioni di Rodotà, attraverso un patrimonio che, prima ancora di essere tutelato dalle norme, affonda le sue radici nella storia della modernità, dalla Costituzione degli Stati Uniti d’America alla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino del 1789 fino alla breve ma intensa esperienza costituzionale della Repubblica Romana nel 1849.

“La rivoluzione dei diritti è una rivoluzione che libera la persona – ricordava Stefano Rodotà – La libera in primo luogo dai poteri esterni che vogliono guidarne la vita, che vogliono condizionarne le scelte”.
Il ciclo di lezioni si ispira al saggio “Il diritto di avere diritti” pubblicato nel 2012.

(Clt/AdnKronos)

 

RodotÀ. Don ciotti: senza siamo tutti culturalmente piÙ poveri
(Dire) roma, 24 giu. – “Senza stefano rodotà siamo tutti culturalmente più poveri. Poveri di quella cultura autentica, al servizio della vita delle persone, delle loro speranze, della loro dignità. Stefano ci ha insegnato la cultura dei diritti ma ci ha insegnato anche che ogni diritto è una responsabilità.
Che i diritti crescono se tutti ci mettiamo in gioco, se siamo coerenti, onesti, consapevoli che il bene personale è sempre figlio del bene comune”. Così don luigi ciotti, gruppo abele, libera.
“Ma stefano era anche una persona splendida, sensibile: un galantuomo. Rimpiangiamo la sua umanità e lo ringraziamo per la disponibilità con cui ci è stato vicino in molti momenti delle nostre battaglie sociali e civili”, sottolinea.
(Com/lum/ dire)
09:58 24-06-17
Rodotà: Magistratura democratica, perdiamo un gigante = (AGI) – Roma, 24 giu. – “Con la sua morte, perdiamo un gigante. Del diritto, della cultura, delle istituzioni”. Così i vertici di Magistratura democratica ricordano Stefano Rodotà, il giurista scomparso ieri all’età di 84 anni. “Possiamo solo dire che si è spento un faro, una stella polare per chiunque nella vita abbia sentito il dovere e sperimentato l’entusiasmo di militare dalla parte dei diritti, delle libertà, dell’uguaglianza”, scrive Md in un documento in memoria di Rodotà, ricordandone in particolare “l’impegno per la difesa della Costituzione”, l’attività “in favore della laicità dello Stato e del diritto all’autodeterminazione di ogni umano, anche nei momenti più delicati della sua vita”. Quanto ai nuovi diritti individuali e sociali, Magistratura democratica afferma che “è stato Rodotà a farci scoprire il valore liberatore e democratico della privacy e a ricordarci, all’Internet Governance Forum, la necessità di superare il divario informatico e di teorizzare il diritto di accesso alla rete per tutti”. (AGI) Red
241004 GIU 17
Rodotà: Della Vedova, appassionato giurista della libertà = (AGI) – Roma, 24 giu. – “Un saluto a Stefano Rodotà, appassionato giurista della libertà, impegnato sempre per il diritto ad avere diritti. Rip”. Lo twitta il senatore e sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova.(AGI)
red
241010 GIU 17
RODOTA’: DELLA VEDOVA, APPASSIONATO GIURISTA DELLA LIBERTA’ =

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Un saluto a Stefano Rodotà, appassionato giurista della libertà, impegnato sempre per il diritto ad avere diritti. Rip”. Lo scrive su Twitter il senatore e sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova.

(Pol-Ruf/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 10:17
RodotÀ. Della vedova: appassionato giurista della libertÀ
(Dire) roma, 24 giu. – “Un saluto a stefano rodotà, appassionato giurista della libertà, impegnato sempre per il diritto ad avere diritti. Rip”. Lo scrive su twitter il senatore e sottosegretario agli esteri benedetto della vedova.
(Lum/ dire)
10:17 24-06-17
Rai Cultura ricorda Stefano Rodotà =
(AGI) – Roma, 24 giu. . “Tutti gli uomini nascono liberi ed eguali in diritti. C’è subito questa associazione tra libertà, eguaglianza e diritti. Senza diritti non si può essere liberi, senza diritti eguali la libertà non c’è”: parole del giurista Stefano Rodotà, scomparso venerdì, che Rai Cultura ricorda riproponendo le sue “Lezioni sui diritti” in onda tutti i giorni fino a mercoledì 28 giugno alle 14.30 su Rai Storia. Realizzate per il ciclo dei “Testimoni del tempo” nel 2013, le lezioni si incentrano su cinque aspetti: la rivoluzione della dignità, con le conquiste legate ai diritti e alla parità tra persone; la salute, il “più fondamentale dei diritti” con i delicati aspetti legati alla scelta di cura e tutela della salute; la genetica e i diritti; la persona e i suoi diritti, con la storia e i percorsi affidati alle moderne Costituzioni; e infine il diritto e il mondo digitale dedicato alle nuove frontiere nel delicato rapporto tra uomo e tecnologie. Un viaggio di alto valore etico e civile attraverso un patrimonio che, prima ancora di essere tutelato dalle norme, affonda le sue radici nella storia della modernità, dalla Costituzione degli Stati Uniti d’America alla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino del 1789 fino alla breve ma intensa esperienza costituzionale della Repubblica Romana nel 1849. “La rivoluzione dei diritti è una rivoluzione che libera la persona. – ricordava Stefano Rodotà – La libera in primo luogo dai poteri esterni che vogliono guidarne la vita, che vogliono condizionarne le scelte”.
Il ciclo di lezioni si ispira al saggio “Il diritto di avere diritti” pubblicato nel 2012. (AGI)
Com
241030 GIU 17
RODOTA’: DON CIOTTI, IL NOSTRO GRAZIE PER SUO SOSTEGNO IN BATTAGLIE CIVILI =

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Senza Stefano Rodotà siamo tutti culturalmente più poveri. Poveri di quella cultura autentica, al servizio della vita delle persone, delle loro speranze, della loro dignità”. Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera, ricorda con queste parole il giurista Stefano Rodotà, scomparso ieri a 84 anni.

“Stefano – sottolinea don Ciotti al Sir – ci ha insegnato la cultura dei diritti ma ci ha insegnato anche che ogni diritto è una responsabilità. Che i diritti crescono se tutti ci mettiamo in gioco, se siamo coerenti, onesti, consapevoli che il bene personale è sempre figlio del bene comune”.

Di Stefano Rodotà, il fondatore di Libera ricorda anche che era “persona splendida, sensibile: un galantuomo. Rimpiangiamo la sua umanità e lo ringraziamo per la disponibilità con cui ci è stato vicino in molti momenti delle nostre battaglie sociali e civili”.

(Sin/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 10:31
Rodotà: Consiglio forense, il diritto è stata la sua bussola = (AGI) – Roma, 24 giu. – “A nome mio personale e di tutto il Consiglio nazionale forense esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di Stefano Rodotà. Come intellettuale, giurista e uomo politico Rodotà aveva saputo mettere sempre il diritto al di sopra delle fazioni, facendone la bussola del suo pensiero e della sua azione politica.
Mancherà molto alla migliore cultura di questo Paese. Ci stringiamo intorno alla famiglia con la più affettuosa vicinanza”. Lo dichiara Andrea Mascherin, presidente del Consiglio nazionale forense. (AGI) Red
241032 GIU 17
RODOTA’: PADRE SPADARO, CON LUI QUANTE DISCUSSIONI SUI DIRITTI = Il direttore di ‘Civilta’ Cattolicà ricorda il giurista scomparso, ascoltava e pensava con grande attenzione

Città del Vaticano, 24 giu. (AdnKronos) – Anche padre Antonio Spadaro, direttore della ‘Civiltà Cattolica’ ricorda Stefano Rodotà, il giurista scompraso ieri a 84 anni. “Addio a Stefano #Rodotà – scrive in un tweet il gesuita – Con lui ho discusso spesso di cultura digitale e diritti. Ascoltava e e pensava con grande lucidità e attenzione”.

(Dav/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 10:34

ZCZC
VEL0046 3 POL /R01 /ITA
Rodota’, Della Vedova: appassionato giurista della liberta’ Rodota’, Della Vedova: appassionato giurista della liberta’ (ilVelino/AGV NEWS) Roma, 24 GIU – “Un saluto a Stefano Rodota’, appassionato giurista della liberta’, impegnato sempre per il diritto ad avere diritti. Rip”. Lo scrive su Twitter il senatore e sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova. (red/ala) 104124 GIU 17 NNNN
+++ ANSA: LE NOTIZIE DEL GIORNO ORE 11.00 +++
RODOTA’, LA CAMERA ARDENTE DALLE 16 ALLA CAMERA GIURISTA E PARLAMENTARE, UNA VITA PER I DIRITTI La camera ardente di Stefano Rodotà sarà aperta alle 16 nella sala Aldo Moro della Camera. L’omaggio al giurista scomparso a 84 anni sarà possibile anche domani dalle 10 alle 19. Rodotà era nato a Cosenza nel 1933, è stato parlamentare e esponente della sinistra ma sempre indipendente, anche quando nel ’79 si è candidato nelle liste del Pci di Berlinguer o, dopo la svolta, ha aderito ai Pds di Occhetto. Dal 1997 al 2005 Garante della Privacy, seguendo l’ispirazione della sua vita, la difesa dei diritti della persona. Nel 2013 il M5s lo candidò al Quirinale.
Più tardi arrivò la ‘scomunica’ di Grillo nei suoi confronti.
—.

RODOTA’, LA CAMERA ARDENTE DALLE 16 ALLA CAMERA GIURISTA E PARLAMENTARE, UNA VITA PER I DIRITTI La camera ardente di Stefano Rodotà sarà aperta alle 16 nella sala Aldo Moro della Camera. L’omaggio al giurista scomparso a 84 anni sarà possibile anche domani dalle 10 alle 19. Rodotà era nato a Cosenza nel 1933, è stato parlamentare e esponente della sinistra ma sempre indipendente, anche quando nel ’79 si è candidato nelle liste del Pci di Berlinguer o, dopo la svolta, ha aderito ai Pds di Occhetto. Dal 1997 al 2005 Garante della Privacy, seguendo l’ispirazione della sua vita, la difesa dei diritti della persona. Nel 2013 il M5s lo candidò al Quirinale.
Più tardi arrivò la ‘scomunica’ di Grillo nei suoi confronti.
—.

VEL0274 3 POL /R01 /ITA
Rodota’, Federconsumatori: cordoglio per sua scomparsa Rodota’, Federconsumatori: cordoglio per sua scomparsa (ilVelino/AGV NEWS) Roma, 24 GIU – “Con la scomparsa di Stefano Rodota’ il Paese perde uno dei piu’ strenui difensori dei diritti civili e dei piu’ attenti osservatori dell’evoluzione della societa’ moderna. Un intenso impegno civile, unito al forte senso etico, hanno contraddistinto la sua intera vita e attivita’. Al suo fianco abbiamo condiviso l’impegno per la tutela della privacy e per la salvaguardia dei beni comuni. Acuto e curioso, ha saputo scorgere le fragilita’ ed i rischi dello sviluppo di un’era improntata alla digitalizzazione, tracciando il percorso per disporre le necessarie tutele in questo delicatissimo ambito. Intendiamo proseguire su questa strada, raccogliendo l’impegno nella difesa di tali diritti, in uno scenario in continua evoluzione, che richiede un incessante aggiornamento e un forte senso di giustizia. Valori e caratteristiche che sono stati punto di riferimento per quel mondo vasto di movimenti, associazioni e soggetti politici che si battono per la difesa della democrazia”. E’ quanto si legge in una nota di Federconsumatori. (red/ala) 113724 GIU 17 NNNN
Rodotà: Adornato, fuori classe d’intelligenza e gentilezza = (AGI) – Roma, 24 giu. – “Radicale perchè cercava la radice dei problemi, ma mai estremista. Un anticipatore del futuro che non ha mai smesso di coltivare la memoria e la storia. Stefano Rodotà era un fuoriclasse dell’intelligenza. Ma è giusto ricordare anche la sua naturale gentilezza davvero rivoluzionaria in tempo spesso segnati da volgarità e faziosità”. Così Ferdinando Adornato ricorda Stefano Rodotà.(AGI)
red
241144 GIU 17
RodotÀ. Giuristi democratici: partito gli voltÒ le spalle per il colle
(Dire) roma, 24 giu. – L’associazione nazionale giuristi democratici piange la scomparsa di stefano rodotà ed esprime le proprie vive condoglianze alla moglie carla e ai figli per la loro grave perdita.
“Giurista democratico insigne, rodotà ha segnato, con le sue elaborazioni, il suo insegnamento e le sue iniziative militanti, una fase importante dello sviluppo della democrazia e del pensiero giuridico progressista”.
“Qattro anni fa- si legge in una nota- sostenemmo con forza la sua candidatura a presidente della repubblica: la sua elezione avrebbe potuto finalmente aprire una stagione nuova per il nostro paese. Purtroppo però, il partito erede principale della tradizione politica cui anch’egli aveva dato un grande contributo, gli voltò le spalle per motivi oggi perfettamente comprensibili: con quel ‘professorone’ tra i piedi, ogni tentativo di manomissione della costituzione difficilmente sarebbe andato a buon fine. Noi giuristi democratici, profondamente addolorati oggi per la sua dipartita, siamo orgogliosi di averlo avuto al nostro fianco in tutte queste ed altre battaglie e ci impegniamo a portarne avanti con coerenza l’insegnamento”.
(Lum/ dire)
11:46 24-06-17
== Rodotà: domani Mattarella a camera ardente a Montecitorio = (AGI) – Roma, 24 giu. – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dovrebbe andare domani in tarda mattinata alla camera ardente allestita a Montecitorio per rendere omaggio a Stefano Rodotà, il giurista scomparso ieri all’età di 84 anni.
Alla camera ardente – che sarà aperta oggi dalle 16 alle 20 e domenica dalle 10 alle 19 nella sala Aldo Moro – sarà presente oggi sin dall’apertura la presidente della Camera, Laura Boldrini. (AGI) Sim
241155 GIU 17
OMI0011 3 OMP POL CRO TXT

 

RODOTA’: COLANINNO (PD), UOMO LIBERO E AUTOREVOLE =

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “La scomparsa di Stefano Rodotà non può che lasciare un grande dolore in chiunque si sia appassionato di politica nella sua vita. Rodotà non era solo un giurista e non era solo un uomo politico. È stato molto di più, è riuscito a creare sempre dibattito su temi spesso poco amati e affrontati proprio come quelli legati alla nostra Costituzione”. Lo afferma Matteo Colaninno, deputato del Pd.

“È riuscito a far appassionare al dibattito politico anche i più giovani, è stato apprezzato da tutte le parti politiche per il modo di portare avanti le sue idee, scontrandosi anche con tutte le forze partitiche ma senza mai essere sopra le righe. Un uomo dal pensiero autorevole e libero che non si è mai tirato indietro per difendere i principi in cui credeva”, conclude Colaninno.

(Pol-Ruf/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 12:11
RODOTA’: LIBRANDI (CI), FIGURA UNICA, ESEMPIO PER CHI LOTTA SUI PRINCIPI = Una perdita per la politica, l’impegno civile e la cultura

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “La politica italiana perde un grande uomo, il cui pensiero è stato un importante incentivo al dibattito per milioni di italiani. Una perdita, quella di Stefano Rodotà, che riguarda non solo un campo ristretto della vita pubblica italiana, ma che colpisce tutto il mondo della cultura del nostro Paese. Rodotà non era solo un giurista, così come non era solo un politico o solo un anticipatore di tanti temi riguardanti i diritti”. Lo ha dichiarato il deputato dei Civici e Innovatori, Gianfranco Librandi.

“Nella sua figura si sono concentrati insieme tutti questi elementi, rendendolo una figura unica e in grado di avvicinare al dibattito tantissime persone, dai più giovani ai più anziani. La sua passione e il suo coinvolgimento nelle discussioni che affrontava saranno sempre un esempio per chiunque si batterà per affermare un principio e far valere i suoi diritti”, conclude Librandi.

(Pol-Ruf/AdnKronos)

 

RODOTA’: NAPOLITANO, PROTAGONISTA DELLA VITA ISTITUZIONALE E CULTURALE = Abbiamo tenuto nostra amicizia al riparo dal reciproco dissenso

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Stefano Rodotà è stato protagonista di primo piano della vita istituzionale e culturale della Repubblica e del mondo degli studi, a cominciare da quelli giuridici, distinguendosi per la passione del suo impegno e del suo temperamento”. Lo afferma il senatore a vita Giorgio Napolitano.

“Siamo stati molto vicini nella partecipazione all’attività parlamentare, in cui guidò il gruppo della Sinistra Indipendente e resse efficacemente la vicepresidenza della Camera, e nell’impegno europeistico, cui egli concorse dando contributi importanti all’elaborazione della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea del 2000”.

“Esemplare è stata in Italia la sua battaglia per i diritti civili e la sua missione di Garante della Privacy. Ci ha legato una lunga amicizia, fatta di personali affinità in molti campi e in diverse frequentazioni. Un’affettuosa amicizia, nella libertà delle rispettive collocazioni e posizioni, che in tempi recenti ci siamo entrambi preoccupati di preservare dai dissensi manifestatisi tra noi”, conclude Napolitano.

(Pol-Ruf/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222
24-GIU-17 12:31

Rodotà: Grasso no a camera ardente, lunedì cerimonia a Sapienza = (AGI) – Roma, 24 giu. – Il presidente del Senato, Pietro Grasso, non andrà alla camera ardente allestita a Montecitorio per Stefano Rodotà. Secondo quanto viene riferito, Grasso renderà omaggio al giurista e uomo politico scomparso ieri, lunedì mattina alla facoltà di giurisprudenza della Sapienza dove è prevista una cerimonia commemorativa. (AGI)
Sim
241251 GIU 17

 

 

#PRESSing

#PRESSing

#PRESSing #nobavaglio Giornalisti in rete, stampalibera, newmedia, diritti La rete di giornalisti, freelance, operatori dell'informazione, foto-video reporter, mediattivisti, blogger... uniti per cambiare

Leggi articolo precedente:
#NOBAVAGLIO – Guida al voto Casagit, le liste e i candidati

COME E QUANDO SI VOTA E CHI SI CANDIDA Il voto sarà espresso con modalità telematica via web http://www.casagit.it/speciale-elezioni-2017 il

Chiudi